Calendario con partenza in salita

Np Olginate subito contro le forti

Prima giornata in trasferta contro Bergamo, appena retrocessa dalla A. Poi Juvi Cremona e Bologna. L’incognita del Palaravasio, con il parquet da sistemare.

Calendario con partenza in salita Np Olginate subito contro le forti
Manuel Cilio, allenatore della Nuova Pallacanestro Olginate

Inizio in salita - almeno sulla carta (che qualche volta “mente”) - per la Nuova Pallacanestro Olginate, da quest’anno “griffata” Caffè Agostani. I biancoblù di coach Manuel Cilio, nelle prime uscite del prossimo campionato di Serie B, sfideranno le squadre più ambiziose; secondo i pronostici. Il calendario ufficiale è stato compilato, tenendo come riferimento la data del 2 ottobre, come quella della giornata d’esordio dei gironi di terza serie.

La Caffè Agostani Npo esordirà fuori casa, quella domenica, contro Bergamo, appena retrocessa dalla A2, poi la Juvi Cremona in casa, per poi tornare al Palaravasio (il palazzetto sarà pronto per quella data?) e ospitare il Bologna Basket 2016. Il 23 ottobre, poi, ecco la prima trasferta lunga, in Friuli – a Cividale -, sfida inedita che introduce una (doppia) grande “classica”: contro Crema prima; e contro Bernareggio poi. Il risvolto positivo – a seconda di come lo si voglia interpretare – è che molte delle trasferte più lunghe sono concentrate nel girone di andata (fra queste certamente Monfalcone, San Vendemiano, Jesolo e Padova); sfide più complicate dal punto di vista “ambientale”. Ma il vero “guaio” è che, nel girone di ritorno, Npo chiuderà con tre incontri su quattro fuori casa: contro Lumezzane, Desio e Vicenza. Tre sfide delicatissime.

Poi la polemica - l’ennesima - per le condizioni del Palaravasio, il cui parquet è (ancora) un “cantiere”, dopo le infiltrazioni d’acqua dell’inverno scorso. Così, dall’ufficio stampa Npo è stato diffuso un video polemico, in cui - sulle immagini - del campo, divelto, si annunciava che «a soli cinque giorni dalla data del raduno e inizio preparazione della squadra militante al terzo campionato di Serie B maschile (unica formazione della provincia lecchese a partecipare a un campionato nazionale di basket maschile) è costretta a migrare nei palazzetti limitrofi del Bione e di Sirtori per poter svolgere la preparazione». Il post Facebook si conclude con un commento del presidente Npo Fausto Chiappa: «Un vero peccato e un grande danno sportivo ed economico per la nostra società che rappresenta il basket lecchese a carattere nazionale».

E non si è fatta attendere l’esplicativa nota del primo cittadino, Marco Passoni, sullo stesso social media: «A seguito delle dichiarazioni di Nuova Pallacanestro Olginate - si legge nel post di Passoni -, si comunica che, come da programma, sono iniziati i lavori di sostituzione del parquet ammalorato presso il Palazzetto Iginio Ravasio. L’intervento è stato programmato per il mese di agosto in quanto il Palazzetto è stato utilizzato fino a fine luglio per camp e allenamenti. I lavori si concluderanno entro il 15 settembre. Senza interrompere le attività del Palazzetto, si procederà poi alla sostituzione ed efficientamento dell’impianto di riscaldamento. Per concludere, la capienza verrà portata a 400 posti, così come richiesto...».

© RIPRODUZIONE RISERVATA