Locatelli, altra stagione tra i big «Allenamenti alle 5 del mattino»

Confermato dal Viadana, il ventunenne ballabiese ancora in Top10. «Sono giornate torride e l’unico modo per poter lavorare bene è questo».

Locatelli, altra stagione tra i big «Allenamenti alle 5 del mattino»
. Samuele Locatelli, ballabiese classe 2001 , gioca nel Viadana

Il sogno, ormai diventato una bella realtà, prosegue. Samuele Locatelli, ballabiese classe 2001 (21 anni compiuti sabato scorso), è stato confermato nel roster del Viadana anche per la prossima stagione e parteciperà così al suo secondo Top10, la massima serie nazionale di rugby. Cresciuto nelle giovanili del Lecco, Samuele era stato chiamato dal glorioso club mantovano la scorsa estate per andare a rafforzare la rosa della seconda squadra giallonera. Una volta in campo, le qualità del giovane terza linea sono subito emerse, tanto da diventare un punto fermo della prima squadra di coach German Fernandez.

«Ora ci posso stare»

«La cosa è stata ufficializzata ora, ma l’accordo con la società risale a marzo - rivela Samuele -. Sono molto contento di proseguire qui la mia carriera. Ho avuto tante altre proposte, ma ho preferito restare dove già mi trovo bene per continuare un percorso iniziato l’anno scorso». Una conferma che, considerando il forte restyling messo in atto dalla dirigenza giallonera, compreso l’addio di coach Fernandez, assume un significato ancor più importante, con il Viadana deciso a fare di Locatelli uno dei suoi punti di forza. «Ci sono diverse novità, a partire dall’arrivo di coach Bernardo Urdaneta che mi ha subito dato un’ottima impressione. Sono cambiati anche tanti compagni di squadra, quasi l’80%, e questo mi ha un po’ sorpreso, ma si è deciso di rinnovare un po’ tutta la rosa».

Squadra rivoluzionata per riscattare una stagione non proprio soddisfacente in termini di risultati, con una regular season chiusa al 7° posto con ben 27 punti di distacco dalla zona playoff. «L’obiettivo è sicuramente fare meglio. Vogliamo puntare ai playoff, che è un po’ quello a cui mirano tutte le squadre. Poi vedremo se saremo bravi ad arrivarci».

Un anno, il primo da professionista, da incorniciare per Samuele: «Io stesso sono rimasto sorpreso della stagione che ho fatto. Il lavoro e il sacrificio sono stati ripagati dalla fiducia di coach Fernandez e questo mi ha aiutato a esprimermi al meglio e dimostrare di poter giocare a questi livelli».

«Alle 10 di sera a nanna»

Un Locatelli ancora più forte quindi? «Ho sicuramente molta più fiducia nei miei mezzi e la consapevolezza che, continuando a lavorare duramente, posso crescere ancora. L’obiettivo è quello di non sedersi sugli allori e continuare a spingere».

Lavorare duramente, proprio come sta facendo in questi giorni: «Siamo alla terza settimana di preparazione, anche se il campionato inizierà l’1 ottobre. Facciamo un allenamento alla mattina, è prevista una pausa a Ferragosto e poi inizieranno le amichevoli».

Curiosità: l’allenamento quotidiano inizia alle 5 di mattina e termina alle 10: «Esatto, infatti alle 10 di sera sono già a letto. Sono giorni veramente torridi dal punto di vista climatico e l’unico modo per poter lavorare bene è questo, per cui va bene così». Le vacanze sono quindi un lontano ricordo. «Sono riuscito a tornare a casa prima e a fare anche una scappatella a Barcellona – conclude Locatelli -, ma ora testa e gambe nel rugby!».

© RIPRODUZIONE RISERVATA