Piani Resinelli, seconde caso a rischio  «Auto e moto verranno controllate»
Tornano i controlli a Ballabio seppur stavolta senza posti di blocco

Piani Resinelli, seconde caso a rischio

«Auto e moto verranno controllate»

Il sindaco di Ballabio Bussola ritorna all’attacco per evitare “fughe” di Pasqua e Pasquetta Tanti sono già saliti e ora si teme l’afflusso dei visitatori per la consueta gita fuoriporta

Pasqua e lunedì dell’angelo blindati con controlli ovunque ed in particolare all’altezza dell’ex sbarra lungo la strada che porta ai Piani Resinelli.

Attesa l’invasione di chi, nonostante i divieti, tenterà l’escursione in montagna mascherandosi dietro la scusa delle seconde case o della visita ai familiari.

Tutto è cambiato

E se la Pasqua dello scorso anno in piena pandemia era stata vissuta come una situazione nuova e impensabile, per queste feste sembra quasi esserci una minore sensazione di rischio, e soprattutto si nota parecchia gente in giro.

Tante le seconde case aperte in Valsassina e ai Piani Resinelli che restano l’area montana più vicina per i lecchesi ma anche per chi abita tra Abbadia e Mandello. Molti si sono già spostati ieri ma oggi e domani arriveranno gli “ospiti” visto che è possibile spostarsi per far visite una volta al giorno.

«Non ci saranno posti di blocco come avevamo fatto a febbraio ma la polizia locale sarà in servizio e controllerà la zona verso i Piani Resinelli con verifiche a sorpresa - dice il sindaco Giovanni Bussola -, sappiamo tutti benissimo che ci sarà chi tenterà di fare il furbo per aggirare i divieti».

Già ieri ai Piani Resinelli molte seconde case erano aperte, e tanta la gente in giro, molti sicuramente in regola per la passeggiata quotidiana, ma qualcuno fuori regola che con la scusa del vado a far visita ad un parente ha trascorso il sabato tra la natura.

«Auto e moto verranno fermate e controllate, ci saranno pattugliamenti in vari punti del paese, comprendo che la gente abbia voglia di uscire ma dobbiamo avere ancora tutti pazienza», sottolinea il sindaco Bussola.

Le condizioni meteo quasi estive di questi giorni hanno invogliato in molti a spostarsi nelle seconde case.

Nel frattempo il prefetto Castrese De Rosa, nell’ambito del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, ha disposto in vista di questi giorni festivi delle misure straordinarie di potenziamento dei controlli, in particolare nelle piazze, parchi, e vie di maggior transito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA