Pasturo, allarme per un disperso   Era al rifugio a mangiare
PASTURO ZONA RIFUGIO PIALERAL, INTERVENTO DEL SOCCORSO ALPINO - LECCO 18 GENNAIO 2020 (Foto by Sandro Menegazzo)

Pasturo, allarme per un disperso

Era al rifugio a mangiare

Poteva essere l’ennesima tragedia sui monti invece il 47 enne di Cologno monzese è in ottime condizioni. Il padre aveva dato l’allarme perchè aveva perso il contatto telefonico

Poteva essere l’ennesimo allarme per un infortunio in montagna. Invece la storia si è conclusa con un lieto fine seppur al cardiopalma per il genitore dell’alpinista coinvolto suo malgrado. Il 47 enne di Cologno Monzese infatti era partito questa mattina da Balisio in direzione Grignone. Percorrendo il sentiero che porta al rifugio Brioschi ha dapprima avvisato un parente della sua destinazione e e poi inavvertitamente ha effettuato una seconda telefonata involontaria . Il parente però, non riuscendo più a mettersi in contatto con l’escursionista perchè l’apparecchio risultava irraggiungibile, ha temuto il peggio. Immediatamente l’uomo ha lanciato l’allarme temendo una fatale caduta. E sul posto si sono concentrati i soccorsi. ll Comando provinciale dei Vigili del Fuoco e il Soccorso Alpino hanno iniziato le ricerche partendo dal Colle di Balisio

I Carabinieri di Lecco hanno proceduto ad attivare la geolocalizzazione dell’utenza telefonica.

Sul posto anche un elicottero dei Vigili del Fuoco.ll Comando provinciale dei Vigili del Fuoco e il Soccorso Alpino poi rientrato. L’escursionista però una volta raggiunto il rifugio Brioschi è riuscito a mettersi in contatto con i familiari: vivo e vegeto stava mettendosi a tavola, con 30 chiamate non risposte sul cellulare .


© RIPRODUZIONE RISERVATA