Il sindaco: «Al Grignetta è tutto risolto»  Berinzaghi: «Finché non vedo non credo
Ballabio - La casetta del parco Grignetta: la sua recente costruzione ha fatto scoppiare il caso

Il sindaco: «Al Grignetta è tutto risolto»

Berinzaghi: «Finché non vedo non credo

Ballabio, ’esproprio del parco non è mai stato volturato

Sarebbe quindi ancora di proprietà privata

Il “giallo” del parco Grignetta aggiunge una nuova puntata. E finalmente a parlare è il sindaco Alessandra Consonni. Hanno fatto scalpore a Ballabio le dichiarazioni di Giovanni Berinzaghi che ha annunciato l’intenzione di trascinare il Comune in tribunale. Berinzaghi sostiene infatti di essere ancora il legittimo proprietario dell’area di via Confalonieri. Questo perché l’atto di esproprio, vecchio di quarant’anni, non sarebbe mai stato volturato. E in catasto non risulterebbe quindi alcun passaggio di proprietà dal privato al Comune. Berinzaghi teme perciò che, in futuro, possa essere chiamato in qualche modo in causa per le opere realizzate dal municipio.

Scoppiato il caso alla fine della scorsa settimana, ora il sindaco fa sapere di essersi già premurata di incontrare Berinzaghi «assieme all’assessore all’Urbanistica Anna Consonni e ai tecnici comunali, garantendo il pieno accoglimento della sua richiesta, a cui presto verrà data finalmente attuazione, dopo che per tanti anni i predecessori non hanno risolto la questione».

Berinzaghi però è cauto davanti ai proclami del sindaco: « Finché non vedo non credo. É vero, la giunta Consonni è in carica dal 2015, non da quattro decenni e ha preso in carico grane come la mia. Il sindaco adesso è lei: a questo punto non sono più disposto a tollerare questo stato di fatto».

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA