Casargo, il mistero del fagiano dorato  «Adesso chiamatelo Arcobaleno»
Una foto che immortala lo splendido Arcobaleno

Casargo, il mistero del fagiano dorato

«Adesso chiamatelo Arcobaleno»

Da circa un anno è preda ambita dei birdwatcher

che frequentano l’alpe Giumello

Da circa un anno nel territorio di Casargo abita un bellissimo fagiano dorato che è stato spesso catturato dell’obiettivo di chi l’ha incontrato nei boschi dell’alpe Giumello.

Dal gruppo Facebook “Forza Casargo” è nata l’idea di promuovere un sondaggio tra i bambini per dare un nome a questo coloratissimo volatile e di demandare poi al giudizio del sindaco Antonio Pasquini e del suo vice Wilma Berera la scelta finale.

Dopo tre giorni di proposte, domenica la decisione con il nome ufficiale: il fagiano si chiamerà Arcobaleno, così come proposto da Asia ed Eva.

Tutti (o quasi) appellativi che fanno riferimento al suo meraviglioso piumaggio.Il variopinto fagiano dorato deve il suo nome all’oro, il colore più smagliante della sua elegante livrea.

L’origine della specie è situata nei territori della Mongolia e della Cina settentrionale.

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA