Bimbi gratis se vaccinati, insulti no vax

L’Itb: «Non ci smuoviamo di un passo»

Bimbi gratis se vaccinati,  insulti no vax        L’Itb: «Non ci smuoviamo di un passo»

Piani di BobbioLa pagina Fb della località sciistica sommersa da commenti duri e anatemi

Da ieri è partita l’iniziativa fino al 10 febbraio: «Se siamo aperti è grazie all’immunizzazione»

Una pioggia di insulti, di quelli che ormai siamo abituati a leggere sui social, da lasciare però esterrefatti anche gli stessi operatori. Ieri l’Itb , la società che gestisce gli impianti sciistici ai Piani di Bobbio, è stata presa di mira dai no vax: «Che il surriscaldamento globale sia con voi», «Vergognatevi !!!! Ma poi vi prendete anche la responsabilità dei bimbi che stanno male o avranno problemi?», “Spero che cominci a piovere» sono solo alcuni dei tantissimi messaggi postati sulla pagina Facebook del Comprensorio sciistico: il motivo? Da oggi fino al 10 febbraio L’Itb offre uno skipass gratis ai bambini fra i 5 e gli 11 anni che si presentano con il certificato vaccinale anticovid.

Plausi e critiche

Una iniziativa che ha incassato plausi ma anche una marea di critiche no vax e no pass, con tanto di accuse di «nazismo sanitario» che però non hanno fatto cambiare idea ai responsabili. Gli insulti sono stati anche molto pesanti, così come gli auguri di chiusura a breve delle piste ma anche di fallimento della società, con il solito anatema finale: “I bambini non si toccano!”

«Possono scrivere quello che vogliono, non ci smuoviamo di un passo» ha detto Massimo Fossati, amministratore di Itb, Imprese turistiche barziesi. «Pensiamo di essere dalla parte della ragione - ha aggiunto - e non ci aspettiamo che un genitore decida da vaccinare il proprio bambino per avere uno skipass gratis. Vuole essere semplicemente un piccolo premio da parte nostra. Se gli impianti sono aperti è solo grazie ai vaccini e a chi ha deciso di aderire alla profilassi».

D’altronde nei giorni scorsi i numeri hanno premiato i Piani di Bobbio che dall’apertura, ovvero dal 4 dicembre, ha raggiunto l’incredibile record di centomila sciatori, tutti rigorosamente dotati di Green pass.

Ieri 700 persone

Un afflusso incentivato senza dubbio anche dallo skypass gratuito per i ragazzi messo a disposizione dalla Regione per tutta la durata delle vacanze di Natale e che ha invogliato molte famiglie a trascorrere giornate di festa sugli sci, con un notevole risparmio. E proprio allo scadere dello skypass gratuito regionale, l’Itb ha lanciato la nuova proposta partita giusto da ieri.

Nella prima giornata lavorativa del post vacanze, sono stati circa 700 sciatori che si sono riversati sulle piste, di questi ancora pochi bambini che d’altronde ieri hanno iniziato la scuola. Se ne vedranno di più nel fine settimana, con buona pace degli odiatori del web.


Lorenza Pagano Giornalista de La Provincia

© RIPRODUZIONE RISERVATA