Alberghiero di Casargo  A convitto 8 ragazzi su 10
I ragazzi del Cfpa di Casargo

Alberghiero di Casargo

A convitto 8 ragazzi su 10

Domani, lunedì 29 novembre, il tampone di ingresso

poi resteranno in istituto fino al 19 dicembre

Sono più di 140 gli studenti del Centro di formazione professionale alberghiero che hanno aderito alla proposta innovativa (e facoltativa) del “Convitto continuativo”. È in sostanza l’80% di coloro che frequentano la scuola in regime convittuale sul totale dei 184 iscritti all’anno scolastico 2020-21. Domani quindi gli studenti inizieranno la permanenza di tre settimane nella “bolla”, ovvero resteranno a scuola fino al 19 dicembre senza fare ritorno a casa come nelle settimane scorse, al termine delle lezioni del venerdì. Il Cfpa è la prima scuola in Italia a creare un’opportunità del genere che offre la possibilità di incrementare la didattica e nello stesso tempo di mettere in sicurezza i ragazzi da eventuali contagi da Covid-19 che potrebbero avere nei fine settimana passati a casa. All’ingresso del Cfpa, domani, a tutti i ragazzi verrà fatto il tampone rapido, così come a docenti e personale della scuola. Da quel momento in poi la scuola resterà chiusa alle famiglie fino al 19 dicembre, garantendo solo l’accesso in casi di urgenze che devono essere autorizzate dalla direzione.

All’interno saranno garantiti tutti i protocolli Covid ed i ragazzi dovranno indossare la mascherina obbligatoria in tutte le aree, mascherina che viene loro fornita dalla scuola in un kit con colori diversi, a seconda della giornata in cui si deve usare. In concomitanza con i pasti verrà misurata a tutti la temperatura.

Da domani a sabato le lezioni potranno essere seguite su Meet o Youtube da chi ha scelto invece la didattica a distanza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA