Com’è dura per un vecchio

perdere una primavera

Il pesco è fiorito, anche il pruno, pure il ciliegio, l’erba del prato si è fatta di un verde robusto: la primavera se ne frega del Coronavirus. Noi, costretti in casa però non possiamo coglierla, se non con qualche carezza ai fiori sul balcone che cominciano a dare le gemme. Ed è dura. Per noi vecchi ancora di più, perché per un vecchio perdere una primavera è come per quel povero che smarrisce un po’ dei pochi soldi che ha in tasca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA