Coronavirus e anziani  Quanta meschinità

Coronavirus e anziani

Quanta meschinità

I grandi eventi che ciclicamente sconvolgono il mondo - come le catastrofi naturali, le guerre e le epidemie -, oltre a provocare i danni che sappiamo, portano a galla il vero carattere degli uomini, quindi dei popoli. Secondo Aristotele, infatti, è nelle situazioni gravi che la gente rivela la sua natura. Messo di fronte a un pericolo forse ignoto, ogni individuo appare quello che è: più spesso meschino che degno di stima; più egoista che generoso; fondamentalmente vile e spregevole. L’attuale epidemia provocata dal Coronavirus ne è una prova lampante. Gli Stati ancora indenni dal virus si sono racchiusi ciascuno nei propri confini o per lo meno hanno cercato di impedire contatti con chi, come gli italiani del Nord Italia, presenta casi elevati di malattia. Taluni hanno chiuso le loro frontiere, altri hanno spedito a casa, in Italia, i turisti che, apparentemente sani, avevano scelto quelle località per le loro vacanze: vedi per esempio le Maldive. Alcune Nazioni, inoltre, per difendersi da un pericolo non ancora chiaro, hanno bloccato le importazioni dai Paesi infetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA