Emergenza coronavirus  Frontalieri, denuncia dei sindaci  «Non possono tornare a casa»
I controlli alla dogana di Ponte Chiasso, il 19 marzo tutte le aziende chiuse in Svizzera per San Giuseppe

Emergenza coronavirus

Frontalieri, denuncia dei sindaci

«Non possono tornare a casa»

I primi cittadini della sponda orientale scrivono a Conte e Fontana: «Sono discriminati» Intanto salta il referendum anti frontalierato. Nel Cantone, 511 contagi e 14 morti

Dopo i quaranta sindaci della sponda occidentale del Lario e delle valli adiacenti, ora scendono in campo anche i sindaci della sponda orientale a sostegno dei frontalieri, in primis di quelli che stanno vivendo «una situazione paradossale e potenzialmente molto pericolosa dovuta a una ingiustificabile differenza di comportamenti di sicurezza tra l’Italia e la Confederazione Elvetica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA