Cantù, i morti doppiano i neonati. E quota 40mila resta un miraggio

Statistiche Nei primi sette mesi del 2022 i decessi in città sono stati 259 contro 153 nascite. Al 31 luglio la popolazione residente ferma a 39.830 abitanti. Il mese scorso il record: 67 lutti

Cantù, i morti doppiano i neonati. E quota 40mila resta un miraggio
Anche a Cantù si fa sentire con forza il tema dell’inverno demografico

Un traguardo che sembra irraggiungibile. Sono anni che, arrotondando, si definisce Cantù una cittadina di 40mila abitanti. Ma in realtà, la cifra tonda continua a sfuggire. O se è accaduto in questi anni di raggiungerla, per qualche unità, subito decessi, trasferimenti e traslochi hanno imposto la retromarcia. E i decessi, anche in questa prima metà abbondante di 2022, restano, come è tendenza consolidata, quasi il doppio rispetto alle nascite, 259 contro 153.

Il 2020, verosimilmente per molto tempo a venire, resterà l’annus horribilis di questi tempi di pandemia, fotografato anche dai dati relativi alla popolazione, con un aumento spietato nel numero dei decessi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA