Tre progetti per l’area “ex Segalini”  Casa di riposo, residenze o servizi
Degrado nell’ex area industriale Segalini di Molteno

Tre progetti per l’area “ex Segalini”

Casa di riposo, residenze o servizi

La vasta area industriale dismessa di Molteno torna al centro dell’attenzione per una svolta

Un partner immobiliare specializzato nel settore avanza una serie di ipotesi di riqualificazione

Una casa di riposo, oppure servizi per la collettività o, ancora, residenza: sono tre versioni di una stessa riconversione, quella dell’area “ex Segalini”, dismessa, meta di vandali e recentemente teatro anche di un grave incidente.

I tre assi non sono del Comune, bensì calati da un inatteso pezzo grosso comparso sulla scacchiera immobile da alcuni anni, cioè da quando la tessitura ha chiuso e tutte le aste sono andate poi deserte.

Ora, l’ex Segalini conquista un partner d’eccezione specializzato nello sviluppo di progetti immobiliari in Italia e nel mondo; attualmente opera dalla sede centrale di Milano, coordinando quelle internazionali di Mosca, Londra, New York, Shangai, Pechino e – ultima nata - Dubai. La valorizzazione di beni e la riqualificazione di edifici in disuso sono gli assi portanti del gruppo che vanta, tra i fiori all’occhiello, il progetto Battersea Power Station, a Londra (del quale ha ottenuto l’esclusiva di vendita in Italia).

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola giovedì 25 febbraio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA