Risarcimento per gas e rumore  Il motoclub darà vita a un bosco
Il Motoclub Bordone piantumerà 1400 alberi in un’area comunale abbandonata

Risarcimento per gas e rumore

Il motoclub darà vita a un bosco

Molteno, siglato un accordo per la compensazione ambientale

L’area di 11 mila mq ospiterà oltre 1400 nuovi alberi

Alberi come risarcimento di gas e rumore: il crossodromo che sorge in località Bordone, al confine con Bosisio Parini, ha raggiunto un nuovo accordo col Comune di Molteno e con la Provincia, per una compensazione ambientale, ovvero un bosco nuovo di zecca, che sorgerà in un’area di 11mila metri quadrati.

Si tratta di una proprietà comunale «attualmente in stato di abbandono e carente di manutenzione», secondo l’amministrazione di Molteno. La trasformazione in bosco a uso pubblico è la conseguenza di una precedente autorizzazione, che il “Motoclub Parini” ottenne dalla Provincia – e che suscitò all’epoca grande dibattito – per trasformare un’altra area in un tratto della propria pista. Il motoclub ha incaricato ora il noto agronomo Giorgio Buizza di elaborare la proposta di compensazione: com’è noto, l’impianto sportivo sorge su una proprietà della società “Pratoverde Srl”, con sede a Como ma, con successivi ampliamenti e adattamenti, è arrivato all’attuale dimensione, che interessa sia il territorio di Bosisio – con ingresso da via del Carreggio - sia di Molteno, fermandosi a una cinquantina di metri in linea d’aria dalla statale 36; su tre lati, il crossodromo è circondato da boschi e a nord con un prato. Sul terreno comunale individuato per la compensazione verranno «messi a dimora non meno di 1.430 nuovi alberi», a meno che una quota (ma non superiore al 30%) venga sostituita da arbusti.

In sostanza, si prevedono circa 300 esemplari di quercia farnia, 120 di carpino bianco, 240 di olmo campestre, 180 di ontano nero, 240 anche di frassino maggiore e 120 di ciliegio selvatico, per un totale di 1200 alberi, ai quali si aggiungeranno una sessantina di susini selvatici e 50 meli. La manutenzione del nuovo bosco andrà garantita per almeno sette anni: per questo periodo, il motoclub offre la garanzia di una fideiussione e dovrà presentare una relazione annuale. L’intervento comincerà risagomando i fossi esistenti, per garantire il deflusso delle acque, poi si elimineranno le piante morte; nel corso degli anni, si dovrà assistere a una progressiva riduzione della presenza di robinia e altre specie indesiderate; inoltre, è prevista la pulizia della strada consortile, che verrà liberata dalla vegetazione spontanea e resa nuovamente percorribile. Il costo totale dei lavori di miglioramento forestale si aggira sui 10.800 euro: allo scadere dei sette anni, il bosco rientrerà nel pieno possesso del Comune di Molteno, sul quale però, a quel punto, ricadranno le manutenzioni ulteriormente necessarie.


© RIPRODUZIONE RISERVATA