Oggiono, vandali e furbetti  Ora la telecamera vi viene a stanare
Uno dei cartelli che annunciano la presenza di videosorveglianza

Oggiono, vandali e furbetti

Ora la telecamera vi viene a stanare

Quattro impianti mobili da montare sulle auto dei vigili

Leggeranno le targhe e immortaleranno chi getta rifiuti

Il progetto prende il nome da uno tra i rapaci più eleganti e micidiali d’Europa, presente anche nel territorio attorno al lago di Annone: “Nibbio”, ideato dalla polizia intercomunale (che include Oggiono, Annone ed Ello) costerà oltre 11mila euro e consisterà nella dotazione di telecamere mobili.

D’ora in poi, le pattuglie andranno a stanare i trasgressori, oltre ad aspettarli al varco con le consuete videocamere fisse. Il progetto prevede, anzitutto, il finanziamento di una telecamera digitale ad alta risoluzione a colori, “Full Hd” da 8mila euro, da installare a bordo dei veicoli della polizia intercomunale, dotata di illuminatore a infrarosso e attacco a ventosa.

Come illustrato dal comandante, Mauro Sala, «la strumentazione mobile sarà predisposta per l’identificazione (sempre attraverso la lettura della targa), di veicoli non assicurati, non revisionati, sottoposti a fermo amministrativo o inclusi nelle specifiche “liste nere” dei mezzi segnalati su tutto il territorio nazionale in quanto rubati o già associati a reati. Il sistema sarà completato da tablet collegati direttamente, in Wi-Fi o attraverso Sim card, per la trasmissione dei dati a eventuali altre pattuglia che già si trovino (o che si porteranno) a valle del punto di rilevamento, per fermare subito i sospetti».

Il “Progetto nibbio” comporterà inoltre l’acquisto di tre telecamere mobili, da circa 600 euro l’una, per combattere il fenomeno dei “rifiuti selvaggi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA