Oggiono, la povertà senza passaporto Caritas: «Famiglie italiane in aumento»
La cena della Caritas decanale dell’altra sera

Oggiono, la povertà senza passaporto
Caritas: «Famiglie italiane in aumento»

Il bilancio dell’impegno profuso quest’anno illustrato a volontari, sindaci e sacerdoti - Al banco alimentare di Molteno arrivano ogni mese 180 nuclei, il 30% sono “nostrani”

La Caritas decanale, in occasione l’altra sera della cena annuale coi collaboratori, i sacerdoti e i sindaci del territorio, ha presentato i dati relativi all’impegno profuso nel 2019.

Il coordinatore dell’emporio alimentare di Molteno, Roberto Ferrario, ha quantificato in «circa 3.000 l’anno i colloqui svolti dai volontari del Centro d’ascolto che ha sede a Oggiono in via Primo Maggio, aperto tutti i giorni e che accoglie le voci dei più deboli, provenienti da 16 parrocchie del territorio; non si tratta solo stranieri: gli italiani rappresentano circa il 30 % e sono in costante aumento. Le nuove povertà derivano dalla perdita del lavoro, dalle separazioni tra coniugi, sempre più frequenti; da situazioni che portano a un disagio psicologico difficile da gestire qualunque sia il colore della pelle».

Il Centro d’ascolto indirizza le persone al servizio più mirato: quanti non hanno di che sfamarsi vengono indirizzati all’emporio recentemente rimodernato nell’oratorio di Molteno, «dopo la verifica di precisi parametri che ne certificano la situazione socio-economica e, quindi – precisa Ferrario – l’indicatore Isee».

L’emporio è aperto il venerdì; è sostenuto da tutte le parrocchie del Decanato, oltre che dal Comune di Molteno.

I particolari su “La Provincia di Lecco” in edicola martedì 3 dicembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA