Nibionno, bivacco con la droga nel bosco

Piazza pulita dei carabinieri

Arrestato un giovane di 26 anni, magrebino, residente in paese

I militari hanno recuperato soldi e 200 grammi tra eroina e cocaina

Nibionno, bivacco con la droga nel bosco Piazza pulita dei carabinieri
La droga e il denaro rinvenuti dai carabinieri

Con una brillante operazione i carabinieri di Lurago d’Erba, insieme ai colleghi del Nor aliquota Radiomobile e dei reparti della Compagnia di Cantù, hanno smantellato un bivacco utilizzato per lo spaccio di droga, recuperato un importante quantitativo di eroina e cocaina sotterrata, e arrestato un giovane di 26 anni trovato nelle vicinanze della zona boschiva per detenzione di sostanze stupefacente ai fini di spaccio.

Il blitz

Il blitz è avvenuto giovedì nella zona boschiva di Inverigo e rientra nell’ambito dei servizi di monitoraggio e di repressione delle fenomenologie criminali connesse con lo spaccio di sostanze stupefacenti ed ha portato, a conclusione di un mirato servizio nelle aree boschive inverighesi, alla scoperta di un bivacco utilizzato per lo spaccio.

I militari hanno rinvenuto (e posto sotto sequestro penale), sotterrati all’esterno della postazione, bilancini e materiale vario per il confezionamento e 95 grammi di eroina e 98 di cocaina.

Nel corso dell’operazione, è stato sorpreso e fermato Farhi Abdessamad, magrebino classe 1995, domiciliato a Nibionno. Il fermato è stato tratto in arresto in flagranza per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e in camera di sicurezza. Resterà in carcere in attesa del processo che si terrà il 9 luglio. Il magrebino è stato trovato in possesso di 10 grammi di eroina, 8 di cocaina, 6 di hashis oltre a denaro contante pari ad 81 euro.

Nella successiva perquisizione domiciliare, i carabinieri di Lurago, hanno trovato occultata all’interno di un cassetto del salotto, la somma di 20mila euro. Nella stessa operazione i militari hanno attuato dei posti di controllo a cintura dell’area d’interesse.

Dodici le autovetture controllate e 26 le persone identificate di cui una sanzionata mentre per un’altra è stata avviata una proposta di rimpatrio con foglio di via obbligatorio. La zona boschiva nel territorio di Inverigo è da tempo al centro dell’attenzione per lo spaccio di droga.

L’operazione di giovedì è solo l’ultima in ordine di tempo. Il monitoraggio, da parte delle forze dell’ordine sul territorio, rimane costante, come confermano dall’Arma: «L’attenzione e l’impegno nell’attività di prevenzione e contrasto a questo genere di reati restano altissime».

Invito a collaborare

I carabinieri invitano poi i cittadini ad una collaborazione attiva, segnalando ogni episodio sospetto e i movimenti strani, per permettere di svolgere le indagini, eseguire i controlli ed intervenire per smantellare le attività illecite.
Guido Anselli

© RIPRODUZIONE RISERVATA