Bulciago, il ricordo di Vittorio   a  cinque anni dall’omicidio
Egidia Beretta, mamma di Vik, con i pellegrini laici giunti da Pioltello

Bulciago, il ricordo di Vittorio

a cinque anni dall’omicidio

Una gran folla domenica nel paese dell’attivista. Anche un pellegrinaggio laico da Pioltello in bicicletta

A «cinque anni dall’omicidio di Vittorio Arrigoni a Gaza», come ha ricordato commossa la sorella Alessandra, è avvenuto domenica l’omaggio a «una persona speciale». Così ha introdotto l’evento Roberto Bonacina.

Il paese natio dell’attivista per i diritti umani ha accolto una gran folla, proveniente da ogni dove, riunita nella palestra delle scuole elementari, nel giorno esatto in cui, nel 2011, già si era ritrovata, allora per il suo funerale. Tra le testimonianze più emozionanti, una è stata resa dal gruppo di moderni, laici pellegrini giunti in bicicletta da Pioltello a Casatenovo e da lì a piedi fino a Bulciago, che inoltre porteranno «lo striscione col volto di Arrigoni – hanno preannunciato – alla prossima marcia Perugia-Assisi».

Domenica è stata altresì l’occasione per fare il punto sui progetti nati e sviluppati in memoria e nel nome del pacifista: «Nuove speranze – ha detto Bonacina – semi nel solco del suo esempio, per restare attivamente umani». Non poteva tuttavia mancare il dolore nella voce della madre, Egidia Beretta, e in tutti coloro che lo hanno conosciuto e rivisto nel video proiettato all’inizio del pomeriggio. Tra gli omaggi, anche quello di Fiorella Mannoia attraverso un videomessaggio.

Tutti i dettagli nella pagina speciale su “La Provincia di Lecco” in edicola lunedì 25 aprile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA