Barzago: il “don” se n’è già andato Via a una petizione online
Don Marco Tagliabue officia la messa per i suoi 25 anni di sacerdozio

Barzago: il “don” se n’è già andato
Via a una petizione online

Intanto salta il campeggio estivo

«Don Marco con noi» è la petizione, lanciata ieri online a caldo, dopo la notizia – riferita ieri anche da queste colonne – del burrascoso allontanamento. I fedeli sono «decisi a raccogliere ora le firme fuori dalle chiese, durante le messe»: intanto, in poche ore, su Facebook sono state raggiunte una prima cinquantina di adesioni.

Il vicario episcopale, monsignor Maurizio Rolla, contattato, ha affermato di «non avere nulla da dire», ma non è la risposta che si aspetta la comunità pastorale, che include anche Bevera e Bulciago il cui sindaco, Luca Cattaneo, afferma: «Vorrei che si facesse quanto prima chiarezza: la comunità è in subbuglio, molti chiamano il sindaco per sapere cos’è accaduto. Rischiano di spargersi voci gravi, inopportune». Sempre nella giornata di ieri è scattata la richiesta di convocazione straordinaria del consiglio pastorale, con l’obiettivo di un nuovo incontro proprio con monsignor Rolla o col vicario generale dell’arcidiocesi, monsignor Franco Agnesi, al quale sarebbe passata la competenza sul delicato caso. Quanto a don Marco Tagliabue – dopo appena due anni dall’insediamento – ha già lasciato Barzago; nemmeno lui ha voluto rispondere. Si è autosospeso.

Tutti i particolari su “La Provincia di Lecco” in edicola mercoledì 10 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA