Annone: il ponte? Resta com’è  Le ciclopedonali non verranno finite
I blocchi di cemento che precludono il passaggio sulle ciclabili sono destinati a diventare permanenti

Annone: il ponte? Resta com’è

Le ciclopedonali non verranno finite

L’impresa conferma le indiscrezioni: le due piste resteranno precluse al traffico - Il sindaco incredulo: «Vanno terminate e aperte»

Metteteci una pietra sopra. Anzi: la recinzione che, proprio oggi, l’impresa “Co.e.St” di Moliterno prevede di collocare a (si direbbe eterna) preclusione del camminamento e della ciclopista realizzati lungo il nuovo ponte a scavalco della statale 36. Il ponte è finito così: Anas già lo aveva comunicato con una sorprendente nota venerdì scorso e, adesso, lo conferma anche la direzione dei lavori: «Le due piste a lato della carreggiata restano precluse al transito perché, in ogni caso, finirebbero nel nulla».

Il sindaco Sidoti si dice «incredulo: non è possibile che il ponte venga lasciato così; mancano due metri di finitura delle piste, con un fondo detto “stabilizzato” fine: vanno terminate e aperte».

Tutti in particolari su “La Provincia di Lecco” in edicola giovedì 11 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA