Monticello , persecuzione e violenze

Arrestata una stalker di sessantasei anni

Monticello , persecuzione e violenze   Arrestata una stalker di sessantasei anni

Vive in paese la donna di 66 anni, vedova, disoccupata e incensurata, per la quale è scattata la misura restrittiva della libertà personale degli arresti domiciliari accusato di atti persecutori nei confronti di un uomo 54 anni residente nella vicina Besana in Brianza, in provincia di Monza.

La perquisizione

Sono stati proprio i carabinieri di Besana a eseguire l’ordinanza di custodia emessa dal giudice del Tribunale di Monza su richiesta della Procura al termine delle indagini iniziate sulla scorta presentata dall’uomo: gli investigatori hanno infatti trovato elementi a riscontro a quanto raccontato dal besanese dopo una perquisizione veicolare e domiciliare: sono state rinvenute lettere minatorie e capi di abbigliamento compatibili con quelli utilizzati per pedinale parte offesa.

Stando a quanto è stato possibile accertare, la donna, a partire dal mese giugno dello scorso anno, dopo una brevissima frequentazione, sarebbe stata protagonista di numerosi episodi lesivi della libertà dell’uomo e delle persone a lui vicine, come la ex moglie.

La Procura di Monza, sulla base degli accertamenti dei carabinieri di Besana, contestano alla monticellese di aver chiesto ad alcuni giovani, su pagamento, di picchiarlo e rubargli il portafoglio, ad esempio. Quindi l’accusando di aver inviato a lui e all’ex moglie, e non una sola volta, anche lasciandole all’interno di bottiglie di birra vuote, lettere di minaccia analoghe a quelle sequestrate, biglietti manoscritti dai contenuti minatori come quelli rinvenuti a seguito della perquisizione domiciliare.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola domenica 30 agosto


© RIPRODUZIONE RISERVATA