Merate, perde al gioco e inventa la rapina  Denunciato per simulazione di reato
Un uomo di 55 anni ha denunciato ai carabinieri una rapina mai avvenuta

Merate, perde al gioco e inventa la rapina

Denunciato per simulazione di reato

Martedì sera l’uomo si è recato nella caserma dei carabinieri per raccontare l’accaduto «Due uomini mi hanno assalito al posteggio Auchan»: ma non ce n’è traccia nelle telecamere

Finge di essere stato rapinato per coprire una perdita al gioco. Non è la prima volta e probabilmente non sarà l’ultima che si ricorre a questo trucco per evitare di dover dare spiegazioni imbarazzanti ai familiari o a chi ci ha prestato dei soldi.

Tanti casi simili

C’è stato addirittura chi ha finto una violenza per giustificare un ritardo a casa o comunque coprire qualche mancanza od errore. Ma almeno in questo caso il protagonista non ha fatto i conti con le telecamere di sorveglianza che riprendevano la zona dove ha asserito di essere stato rapinato. Tutto risale a martedì sera, quando il protagonista di questa storia si reca nella caserma di via Gramsci a Merate e racconta di essere stato rapinato da due individui nel parcheggio del supermercato Auchan, che guarda caso si trova a circa 300 metri dalla caserma, e già questo suonava abbastanza strano.

L’uomo, che ha 55 anni ed abita in zona, ha raccontato ai carabinieri che nella serata di martedì si trovava nel posteggio del centro commerciale, quando è stato avvicinato da due individui che lo avrebbero minacciato e obbligato a consegnare il portafogli che conteneva la bellezza di 2 mila euro.

Già il racconto ha fatto insospettire i militari per alcune incongruenze e ingenuità che l’uomo ha commesso nell’esposizione.

Tutti i particolari su La Provincia di Lecco in edicola domenica 1 dicembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA