Lomagna, minacce a Mauro Sala   «Finirai mangiato in una porcilaia»
Lettera di minacce al consigliere di minoranza Mauro sala (Foto by cardini cardini)

Lomagna, minacce a Mauro Sala

«Finirai mangiato in una porcilaia»

Lettera anonima al consigliere di minoranza , composta con la macchina da scrivere Comunicazione in Consiglio : «Non mi capacito, non ho problemi sul lavoro, è per l’attività amministrativa?»

Una lettera minatoria nella cassetta delle lettere, e dai toni molto minacciosi. Lo ha comunicato Mauro Sala, capogruppo della lista di minoranza Insieme per Lomagna, l’ha comunicato al termine del consiglio comunale di giovedì sera.

Una busta bianca, con all’interno un semplice foglio bianco, indirizzo e testo scritti con una macchina da scrivere, gli è stata recapitata sabato scorso nella cassetta della posta della sua abitazione, dove vive con la moglie e le tre figlie. «Mi ha augurato di finire in una porcilaia mangiato da maiali affamati».

. Sala amministra una stazione di servizio, ed ha deciso di presentare un esposto. Le forze dell’ordine sono comunque già state informate e sia i carabinieri della Compagnia di Merate che la polizia locale di Lomagna ha intensificato la sorveglianza nei dintorni della casa del consigliere. Il consigliere di minoranza ha informato in un colloquio privato prima del consiglio comunale il sindaco Cristina Citterio dell’accaduto, poi ha rivelato pubblicamente la lettera al termine della seduta del consiglio, verso le 23,30 di giovedì sera.

tutti i particolari su La Provincia di Lecco in edicola sabato 4 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA