Lomagna, famiglie evacuate  per la fuga di gas in un appartamento
Il condominio di via Milano al civico 5 dove si è verificata la fuga di gas

Lomagna, famiglie evacuate

per la fuga di gas in un appartamento

Mobilitazione oggi pomeriggio in via Milano

L’odore sull’androne aveva preoccupato un residente

Trovata la perdita all’ultimo piano, sono rientrati tutti

Mobilitazione generale oggi pomeriggio per una fuga di gas riscontrata nel condominio San Pietro, al civico 5 di via Milano in pieno centro paese.

Un residente che stava rientrando a casa verso le 17,20 ha avvertito un forte odore sia all’ingresso, appena entrato nell’androne, ma anche fuori, e soprattutto nella tromba delle scale. E’ subito partito l’allarme che ha coinvolto in primo luogo i Vigili del Fuoco, che hanno inviato due equipaggi, da Lecco e Merate, per i primi interventi. Al momento dell’allarme nei sedici appartamenti del condominio si trovavano 10 persone, in maggioranza anziani, ma anche una bambina di 2 anni con la mamma. Tutti sono stati fatti uscire e hanno stazionato nel caldo torrido del tardo pomeriggio all’ombra di qualche albero, dall’altra parte della strada, dove sono state trovate delle sedie e delle panchine per far sedere i soggetti più fragili. Nel frattempo venivano mobilitate anche un’ambulanza ed un’auto medica in caso di necessità ma per fortuna non c’è stato bisogno del loro intervento perché nessuno è rimasto intossicato.

Sul posto anche i carabinieri della stazione di Casatenovo e una pattuglia della Compagnia di Merate, la polizia locale, la protezione civile del paese, il sindaco Cristina Citterio e alcuni assessori. Si sono svolti vari sopralluoghi per cercare di individuare la fuga di gas, il cui odore man mano stava svanendo, nel frattempo parecchi dei residenti stavano rientrando a casa dal lavoro e si sono trovati impossibilitati nell’accedere alle proprie abitazioni, ma hanno consentito l’accesso a tutti gli appartamenti ai vigili del fuoco. Attorno alle 18,10 alla fine è stata individuata la provenienza della fuga di gas, da un appartamento all’ultimo piano occupato da due anziani. Sono saliti anche con un tecnico specializzato dell’azienda del gas, nel frattempo arrivato sul posto, e sono finalmente riusciti ad individuare la perdita. Non si era trattato, come era sembrato in un primo momento, della dimenticanza di un fornello aperto, ma di una vera e propria fuga, potenzialmente pericolosa. E’ stato quindi deciso di chiudere i rubinetti del gas che portano all’appartamento e isolare le tubazioni che perdono, consentendo poi il rientro a tutti gli altri: «Tutti i residenti possono rientrare – ha detto il sindaco – perché non sussistono condizioni di pericolo. Nell’appartamento interessato è stato chiuso il gas e serviranno degli interventi particolari che verranno eseguiti a breve»


© RIPRODUZIONE RISERVATA