L’arcivescovo Delpini a Robbiate

per i 450 anni della parrocchia

«Questa chiesa è il segno della presenza di Dio»

L’arcivescovo Delpini a Robbiate per i 450 anni della parrocchia
ROBBIATE - L’arcivescovo Mario Delpini ha celebrato la messa delle 11
(Foto di Sandro Menegazzo)

Stamattina l’arcivescovo di Milano monsignor Mario Delpini, ha celebrato a Robbiate in forma solenne la messa delle 11 in Sant’Alessandro, per la ricorrenza del 450° anniversario di istituzione della parrocchia.

È stato accolto dal sindaco Daniele Villa, dal parroco don Paolo Bizzarri e dalla comunità dei fedeli, che hanno trovato posto sia in chiesa che sotto il tendone allestito all’esterno, viste le norme anti Covid che impongono il distanziamento.

Ha concelebrato anche con don Antonio Caldirola, parroco della comunità pastorale della Beata Vergine Addolorata, di cui Robbiate fa parte assieme a Paderno e Verderio.

«Questa chiesa - ha detto l’arcivescovo - è il segno, da 450 anni, della presenza di Dio, che ispira ad andare oltre il rispetto formale della legge, e ad impegnarsi con la carità, per costruire una società dove il debole non è lasciato solo e chi soffre è soccorso. Ed è questo che vi dico, non è il tempo dell’inerzia e della pigrizia, svegliatevi, avete una missione: creare una società in cui sia desiderabile vivere».

L’articolo completo sul giornale in edicola domani, lunedì 4 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA