La Manzoni corre: «Pronta a fine estate»

Merate Anticipati i lavori alle solette della scuola: chiuse sei aule, gli alunni trasferiti in altri spazi del plesso

La Manzoni corre: «Pronta a fine estate»
Il cantiere richiederà 250 giorni di lavoro

Il cantiere non solo cammina, ma addirittura corre.

Anticipati di qualche mese i lavori per la sistemazione delle solette della scuola secondaria Manzoni, in modo da ultimare l’intervento per l’inizio del prossimo anno scolastico.

Da lunedì, all’impresa che si è aggiudicata l’appalto (che comporta lavori per poco più di mezzo milione di euro), sono state consegnate le chiavi del cantiere che, in base agli accordi contrattuali, richiederà all’incirca 250 giorni di tempo.

In pratica, oltre otto mesi anche se, a Palazzo Tettamanti, sperano che l’intervento possa essere concluso prima della fine dell’estate, in modo che le lezioni dell’anno scolastico 2023-2024 possano riprendere senza che professori ed insegnanti debbano destreggiarsi tra i cantieri.

Al momento, l’area dei lavori è quella a sud, nella zona più esterna del cortile, sopra a una mezza dozzine di aule che, temporaneamente, sono state ricollocate, grazie anche alla disponibilità della dirigenza scolastica nei locali del laboratorio di scienza, tecnologia e musica, negli spazi dedicati al sostegno e anche in quelle di ricevimento dei genitori.

In municipio sperano tuttavia che non ci sia bisogno di ulteriori trasferimenti.

La fase più impegnativa del lavoro dovrebbe infatti essere concentrata nel periodo da giugno in poi, quando le scuole sono chiuse e, di conseguenza, non saranno necessari spostamenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA