Enogastronomia, musica, arte e sport  «Così faremo rinascere l’area Cazzaniga»
Merate - Massimo Cogliati. 31 anni: con il socio Lorenzo Riva gestirà l’area Cazzaniga per i prossimi quindici anni

Enogastronomia, musica, arte e sport

«Così faremo rinascere l’area Cazzaniga»

Merate, parlano i titolari della Brut srl

la società che si è aggiudicata il bando di gestione

Il cuore del progetto sono le iniziative legate al settore enogastronomico; ma attorno ad esso i futuri gestori dei locali che si trovano all’interno dell’area Cazzaniga si sono impegnati a organizzare eventi che riguardano arte, spettacoli musicali e non, e sport.

A dare le prime indicazioni del piano di rinascita dell’area comunale, che sarà affittata per i prossimi quindici anni alla Brut srl, sono Massimo Cogliati, 31 anni e Lorenzo Riva, 30. Ovvero i soci che si sono aggiudicati il bando.

«Le richieste erano piuttosto complicate e partecipare non è stato affatto semplice - racconta Cogliati - Non è nemmeno vero che siamo stati gli unici ad interessarci dell’area. Tra le richieste c’era quella di effettuare un sopralluogo e non siamo stati i soli a farlo. È vero, alla fine solo noi abbiamo presentato un’offerta, ma non è stato facile elaborarla».

Formalmente, l’area non è ancora in mano loro: il Comune sta ancora controllando che la proposta collimi alla perfezione con le richieste del bando. Ma l’eventuale bocciatura viene data come improbabile dai titolari, che comunque incrociano le dita. «Abbiamo ottenuto il massimo del punteggio possibile e siamo davvero contenti - sorride Cogliati - Abbiamo studiato molto prima di presentare il nostro progetto che prevede attività su diversi “canali”».

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA