Cernusco, Una corsa con Desalu

«Datevi un obiettivo, farete meno fatica»

Il campione olimpico si è allenato con i ragazzi

Una festa con i bambini della scuola e della Polisportiva

«Volevo fare il regista, poi ho capito che ero veloce»

Cernusco, Una corsa con Desalu «Datevi un obiettivo, farete meno fatica»
Il campione olimpico Fausto Desalu si è allenato al campo sportivo

Una vera festa per i bambini delle elementari di Cernusco e per i piccoli atleti della Polisportiva: ieri pomeriggio hanno incontrato e conosciuto Fausto Desalu, campione olimpico della staffetta 4x100: ha vinto la medaglia lo scorso 6 agosto assieme a Lorenzo PattaMarcell Jacobs e Filippo Tortu, e ne detiene anche il record nazionale maschile.

È arrivato oggi nel primo pomeriggio al campo sportivo Lanfritto Maggioni di Cernusco, dove si allenano gli atleti della Polisportiva Libertas Cernuschese. Prima si è allenato, ha fatto varie partenze, ha corso i 100 metri tra le ovazioni dei ragazzi che iniziavano ad arrivare, ha firmato vari autografi ai piccoli atleti. Ma c’erano anche tanti altri ragazzi che pur non facendo parte di quelli invitati ufficialmente, si sono presentati al campo ed a cui ha firmato altri autografi, raggiungendoli al cancello d’entrata.

Sono poi iniziati i veri e propri incontri ufficiali, il primo con i bambini delle scuole elementari, a cui gli insegnanti hanno fatto preparare varie domande, non senza una serie di incitamenti ed ovazioni al grido di «Abbiamo visto la tua gara, sei stato bravo, sei un campione».

Desalu ha risposto a tutte le domande dei piccoli, da quelle ingenue a quelle più serie: «Da bambino non volevo fare l’atleta, ma il regista. Poi ho visto che ero bravo a correre, che andavo veloce, e d qui è iniziato tutto. La motivazione è tanta, è importante avere un obiettivo ben stampato in testa e così il lavoro e la fatica che si devono fare ogni giorno passano in secondo piano. La mia vita è fatta di allenamenti, tutti i giorni, oltre due ore in pista, mentre il lunedì e venerdì diventano quattro perché c’è anche la palestra per il potenziamento». I bambini hanno voluto fargli un regalo: una medaglia d’oro realizzata dagli alunni delle quinte, che si è messo al collo assieme a quella vera. Alla fine selfie a volontà.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola venerdì 19 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA