Brivio: «Il piromane in libertà? Spero di no  C’è il rischio che possa farlo di nuovo»
Brivio - L’autore del rogo è stato identificato e denunciato dai carabinieri

Brivio: «Il piromane in libertà? Spero di no

C’è il rischio che possa farlo di nuovo»

Il sindaco Airoldi dopo il rogo del municipio

«Un caso che nessuno sia rimasto ferito»

«Nessun atto intimidatorio nei confronti dell’amministrazione comunale e del Comune, è vero. Ma il soggetto identificato dalle forze dell’ordine è noto per avere in più occasioni detto di avercela con le istituzioni». È preoccupato, e non lo nasconde, il sindaco di Brivio Federico Airoldi, all’indomani del rogo appiccato a due dei portoncini del municipio.

«Mi auguro che l’autorità giudiziaria alla quale è stato denunciato per incendio doloso non lo lasci circolare a piede libero - prosegue - È vero che è la prima volta che compie azioni di questo tipo, ma è altrettanto vero che, non sapendo che cosa abbia scatenato la sua rabbia, è opportuno che venga controllato. Siamo stati fortunati che il municipio non abbia preso fuoco e che nessuno si sia fatto male. Ma è chiaro che le cose potevano andare anche diversamente».

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA