Barzanò, esplode la batteria   Distrutto il Suv appena comprato
Le fiamme divorano il nuovissimo Discovery Rover: la colpa sarebbe della batteria

Barzanò, esplode la batteria

Distrutto il Suv appena comprato

Ha sentito uno scoppio, mentre usciva in retro dal box. Si è immediatamente reso conto che era la batteria nel cofano ad essere esplosa. Ha comunque avuto la freddezza di portare a termine la manovra. Pochi secondi dopo, l’architetto Gianvittorio Pelucchi dello studio Lambro di Barzanò, ha abbandonato la sua Discovery Rover ibrida, appena ritirata dall’autosalone e, nel piazzale di casa, l’ha guardata bruciare.

Immediata la chiamata ai vigili del fuoco che hanno inviato posto due squadre. Quando però i pompieri sono arrivati in via Papa Giovanni XXIII, della lussuosa macchina, costata oltre 60 mila euro, non restava più molto.

Agli uomini del 115 non è quindi rimasto altro da fare che inondare il veicolo di acqua, per spegnere le fiamme, evitando che l’incendio si allargasse alla zona e arrivasse a lambire le mura dell’abitazione dell’architetto. Mentre l’intervento era ancora in corso, l’architetto ha raccontato al sindaco Giancarlo Aldeghi, tra i primi ad accorrere sul posto, che dista poco dal municipio, di avere ritirata la nuova automobile da pochissimo. «L’ho ritirata ieri - ha detto - non ho fatto nemmeno venti chilometri».


© RIPRODUZIONE RISERVATA