Airuno, Il professor Gilardi rassicura  «Qui sto come un re, anzi imperatore»
Il professor Carlo Gilardi è in buona salute

Airuno, Il professor Gilardi rassicura

«Qui sto come un re, anzi imperatore»

Il sindaco Milani in consiglio comunale ha parlato della visita avvenuta in casa di riposo

«Ho trovato Carlo in buona salute e rilassato, vuole tornare a casa presto, ci stiamo lavorando»

«Io qui non mi trovo da re, ma di più, da imperatore». Con queste parole, riportate dal sindaco ai consiglieri comunali durante l’ultima seduta di lunedì sera, il professore Carlo Gilardi, che ha incontrato il primo cittadino Alessandro Milani, ha confortato tutti sul suo stato di salute e sulle condizioni in cui attualmente si trova nella casa di riposo dove è stato temporaneamente trasferito alla fine dello scorso mese di ottobre.

L’incontro

Lunedì mattina, come già annunciato dall’amministratore di sostegno di Gilardi, l’avvocato Elena Barra, il sindaco di Airuno ha incontrato personalmente il suo concittadino. Un faccia a faccia che è arrivato a distanza di circa una settimana dalla telefonata attraverso la quale sempre Milani aveva già potuto constatare le buone condizioni del suo concittadino.

In questo primo incontro di persona, Milani ha potuto verificare che «il professore è lucido e sta bene. Anzi, l’ho trovato molto più rilassato rispetto alle ultime volte in cui l’avevo visto in giro per il paese con la sua bicicletta, quando invece mi era apparso stanco e affaticato».

Durante l’incontro, Gilardi «ha espresso ancora il suo desiderio di ritornare a casa perché Airuno è un po’ la sua “patria”. A parte, ne ho quindi parlato con l’avvocato Barra, che mi ha rassicurato sul fatto che si sta lavorando in questa direzione ma che il rientro potrà avvenire solo nel momento in cui potranno essere garantite tutte le condizioni per la tutela della salute e della serenità del professor Gilardi».

Tutti i particolari su La Provincia di Lecco in edicola mercoledì 2 dicembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA