Spaccio di cocaina in centro a Merate  Due marocchini in prigione
Merate - La droga, i soldi e i telefonini sequestrati dai carabinieri

Spaccio di cocaina in centro a Merate

Due marocchini in prigione

Nella loro abitazione sono stati recuperati

oltre novemila euro in contanti e quattordici dosi già pronte

Oltre novemila euro in contanti e quattordici dosi di cocaina già pronte per lo spaccio. Questo quanto trovato nell’abitazione in uso a due cittadini marocchini, arrestati nella serata di ieri, venerdì, per le vie di Merate dai carabinieri della stazione cittadina e dagli uomini del Nucleo operativo e radiomobile, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Si tratta di Nabil Mahfod, 33 anni, e di El Hadi Falah, 28 anni, entrambi già noti alle Forze di Polizia, senza fissa dimora e irregolari sul territorio nazionale.

Poco prima di venire fermati dai militari, i due marocchini erano stati sorpresi a cedere una dose di cocaina a u italiano di 44 anni, residente in provincia di Monza. A quel punto è scattata anche la perquisizione dell’abitazione in uso ai due stranieri, nel centro di Merate, che ha permesso di recuperare 56,5 grammi di cocaina, già suddivisi in 14 dosi pronte per essere vendute. Inoltre, sono stati rinvenuti anche diversi telefonini usati dai due pusher per tenere i contatti con i clienti, nonché la somma in contati di 9.395 euro, ritenuta dalle forze dell’ordine derivante dell’attività di spaccio.

I due arrestati, stamattina sono stati condotti nel Tribunale di Lecco per essere sottoposti al giudizio direttissimo, a seguito del quale, nel convalidare l’arresto, è stata disposta dal giudice la custodia cautelare in carcere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA