Ponte Vecchio: la rivoluzione lunedì 24. Il 16 l’ultimo giorno con l’attuale viabilità

Le date Da lunedì 17 a venerdì 21, il tratto verrà chiuso per procedere con l’ultima fase di lavori. Durante la sperimentazione, sabato 22 e domenica 23 sarà vietato al traffico dei veicoli

Ponte Vecchio: la rivoluzione lunedì 24. Il 16 l’ultimo giorno con l’attuale viabilità
Ecco comparire la scritta “Prove tecniche” sul monitor fuori dal ponte Azzone Visconti

Da lunedì 24 ottobre il ponte Azzone Visconti sarà percorribile anche per entrare a Lecco. Inizierà quel giorno, infatti, il nuovo regime viabilistico sullo storico viadotto, con il senso unico alternato a fasce orarie. Un cambiamento annunciato in tarda primavera che ora vedrà la luce e, soprattutto, concluderà la prima fase di modifiche della viabilità messe in atto dall’amministrazione comunale.

Prima però ci sarà una fase di avvicinamento, di fatto già iniziata. I lavori sono già partiti da una decina di giorni, ieri è stato messo in funzione il cartello luminoso che segnalerà l’apertura o la chiusura del ponte vecchio e sul quale si poteva leggere la scritta “Prove tecniche”.

L’ultimo giorno con l’attuale viabilità sarà domenica 16 ottobre, quando si potrà ancora solamente uscire da Lecco attraversando lo storico ponte. Dal giorno successivo, lunedì 17, il tratto sarà chiuso per l’ultima fase di lavori che durerà fino al venerdì successivo, il 21 ottobre. Tecnicamente, quindi, si potrebbe dire che sabato 22 sarà il primo giorno ufficiale con la nuova viabilità sull’Azzone Visconti, ma durante la sperimentazione sabato e domenica il ponte sarà chiuso al traffico veicolare, quindi le automobili e le moto non potranno attraversarlo, mentre pedoni e ciclisti potranno avere il viadotto tutto per loro.

Domenica 23 ottobre, invece, sarà una giornata diversa dal solito per l’adunata degli alpini. Di conseguenza ci potrebbero essere modifiche sensibili sulla viabilità cittadina, anche perché sono previste oltre 20mila penne nere e simpatizzanti da Lombardia ed Emilia Romagna.

Quindi il primo giorno effettivo con la nuova viabilità sull’Azzone Visconti sarà, appunto, quello successivo, lunedì 24. Inizierà così la fase sperimentale che servirà agli automobilisti per abituarsi alla novità. Il ponte vecchio sarà dunque aperto a fasce orarie: dalle 6 alle 11 si potrà entrare in città, mentre dalle 15 alle 20 si potrà solamente uscire.

Durante gli altri orari, quindi dalle 11 alle 15, la notte, il sabato, la domenica e i giorni festivi sarà chiuso ai veicoli e si potrà solamente percorrere a piedi o con le biciclette. Tutto ciò, salvo emergenze, per cui si potranno modificare gli orari, oppure potrà essere attraversato da ambulanze e forze dell’ordine quando necessario. Un progetto che Palazzo Bovara voleva terminare entro la prima metà di settembre, nei giorni precedenti all’inizio dell’anno scolastico, ma a causa della crisi delle materie prime e per non forzare i tempi, è ritardato di qualche settimana.

D’altronde l’assessore alla Mobilità Renata Zuffi ha già detto di non voler affrettare i tempi considerata la delicatezza dell’intervento. Da fine mese partiranno analisi e studi sulla sperimentazione, anche perché poi il focus si dovrebbe spostare sulla rotatoria di viale della Costituzione. Lavori per il teleriscaldamento permettendo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA