Pescarenico, piazze libere dalle auto

Pescarenico, piazze libere dalle auto

Il Comune entra in possesso dell’autosilo della Ventina, sei piani e 360 posti

Due livelli saranno riservati ai residenti e saranno eliminati parcheggi esterni

Piazza del Pesce e piazza Era svuotate di auto, lo splendido selciato a lisca di pesce restituito allo sguardo dei turisti in riva al fiume.

Come ventilato nelle scorse settimane, la Ventina è ora di proprietà del Comune di Lecco. Il parcheggio (che consta di un primo corpo cilindrico e una successiva stecca rettangolare allungata tra via Beccaria e via Rosmini) conta circa 360 posti auto. La regolare scadenza della convenzione tra Palazzo Bovara e la proprietà avrebbe spostato le lancette avanti di due anni. In realtà, proprio nei giorni scorsi si è trovata la quadra. Lo stabile passa al Comune senza esborsi.

Ma la vera novità dell’operazione sono le ricadute viabiliste su Pescarenico. Non è mai stato un mistero che Corrado Valsecchi avesse premuto l’acceleratore, nei mesi scorsi, soprattutto con l’intenzione di spostare altrove la massa di veicoli che riempie le due più evocative piazzette del vecchio nucleo. In effetti, due piani su sei della Ventina (parliamo di circa 120 stalli) saranno appunto riservate alla sosta dei residenti.

Il completamento del passaggio al Comune della Ventina, però, richiederà ancora almeno 40-45 giorni per le formalità burocratiche. Dopodichè, come detto, due piani del silos saranno interamente appannaggio dei residenti, mentre gli altri quattro piani saranno conferiti a Linee Lecco fino a fine anno (l’obiettivo, conferma Valsecchi, è l’apertura h24). Solo all’inizio dell’estate quindi si provvederà a svuotare le piazze di Pescarenico vecchia e a dare avvio alla sperimentazione relativa al bus navetta dalla Ventina al centro città.  


© RIPRODUZIONE RISERVATA