Ortopedici, il bando è andato deserto  Il Mandic sempre più in emergenza
Sempre più difficile la situazione all’ospedale Mandic di Merate

Ortopedici, il bando è andato deserto

Il Mandic sempre più in emergenza

Notizie poco rassicuranti anche per la direzione sanitaria, che resta ancora vacante - I Cinque stelle: «Un disastro che potrebbe portare alla chiusura notturna del pronto soccorso»

Deserta la mobilità per tre posti di ortopedia, che avrebbe dovuto supportare il pronto soccorso di Merate. Due soli partecipanti, di cui uno già ritirato, al concorso per i medici di pronto soccorso al Mandic. Nessuna novità per la direzione sanitaria del presidio di via Cerri, vacante da dicembre. E, infine, l’ordine di servizio come prassi per garantire la copertura dei turni nel reparto di emergenza del Mandic, che altrimenti non avrebbe il personale medico necessario per assistere ai pazienti che quotidianamente vi si rivolgono.

Mentre il direttore generale Paolo Favini rinvia a domani ogni dichiarazione e il sindaco di Merate Massimo Panzeri non partecipa all’incontro sull’ospedale, su esplicito invito del prefetto di Lecco, gli unici a parlare, con estrema preoccupazione, dello stato in cui si trova il nosocomio meratese sono gli iscritti al movimento 5 stelle.

Dopo essersi dichiarati «imbarazzati» dalla mancata partecipazione del sindaco Panzeri al vertice sull’ospedale per fare il punto sulla situazione del Mandic, segnalano come le cose vadano sempre peggio.

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola oggi, 25 giugno


© RIPRODUZIONE RISERVATA