Lecco. Voss, una bimba agli operai:  «Spero non perdiate il posto»
Andrea Donegà, Fim-Cisl

Lecco. Voss, una bimba agli operai:

«Spero non perdiate il posto»

Osnago: la lettera scritta da una giovanissima

La solidarietà dei grandi scalda il cuore, ma quella dei bambini è in grado di emozionare.

Lo sanno bene i lavoratori della Voss Fluid di Osnago, che da quasi un mese presidiano i cancelli dello stabilimento di via Stoppani e che fin da subito hanno constatato la vicinanza della gente, delle associazioni e delle istituzioni. In tanti hanno scelto spontaneamente di raggiungere il picchetto per donare un panettone, un momento di allegria in musica, di prestare un camper e regalare legna per scaldarsi.

Tra le tante testimonianze di queste settimane, però, una di quelle più commoventi è quella di Martina, una ragazzina della zona che ha voluto scrivere ai dipendenti accompagnati alla porta dalla proprietà per spiegare che lei e la sua famiglia tifano per loro.

«Ciao, mi chiamo Martina e ho 12 anni – ha scritto la giovanissima -. Mi dispiace molto per quello che vi è successo e spero che chi di voi ha perso il lavoro lo ritrovi il più presto possibile. So cosa significa perché lo scorso anno è capitato anche al mio papà ma fortunatamente lo ha ritrovato dopo poco tempo ed è la stessa cosa che auguro a voi, anzi sono sicura che accadrà. Io e la mia famiglia vi siamo vicini e vi auguriamo il meglio».

Una testimonianza che ha emozionato i settanta lavoratori che, con il supporto dei sindacati, stanno lottando anche con il meteo del periodo. «Quando il cuore puro dei bambini batte il ritmo della solidarietà, abbiamo già vinto», ha affermato Andrea Donegà, segretario regionale della Fim.

In questi giorni, al presidio sono giunti in visita anche i rappresentanti dello Spi Cgil di Lecco e della Lombardia, mentre i delegati Fiom delle fabbriche del Meratese hanno voluto esprimere a loro volta la loro solidarietà con una lettera firmata dalle Rsu di Calvi, Cariboni Group, Delna, Demag Cranes, Deutz Italy, DKC, Elemaster, Fimma, Fomas, Gruppo Aturia, IHI, Intergen, Marcegaglia, Perego, Regina Catene, Sircatene, Technoprobe.

Intanto, mentre la petizione ha sfondato il muro delle tremila adesioni e continua a correre


© RIPRODUZIONE RISERVATA