Lecco. Lavoro, lo scorso anno tre morti  In aumento anche gli infortuni
Gianfranco Longhi

Lecco. Lavoro, lo scorso anno tre morti

In aumento anche gli infortuni

I vertici Anmil: in salita gli incidenti mortali sul lavoro e crescono anche gli altri infortuni

Aumentano gli incidenti mortali sul lavoro e crescono anche gli infortuni. In provincia di Lecco nel 2018 tre persone sono morte sul posto di lavoro, e lo scorso anno il numero delle vittime è salito a cinque. Gli infortuni nel 2018 sono stati 3.415, mentre lo scorso anno sono arrivati a 3.417. Stabili a 95 i casi di malattia professionale denunciati.

Questo quanti rilevato dall’Anmil, l’associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro, che ha eletto il nuovo consiglio territoriale Anmil. Presidente è stato eletto Gianfranco Alessandro Longhi di Brivio, mentre Mario Cinus di Cassina Valsassina è il vice presidente. Ad affiancarli nella promozione delle attività associative saranno i consiglieri Marco Artana di Moggio, Giacomo Castelli di Olgiate Molgora, Fabrizio Ferraioli di Mandello, Bruno Rota e Zelinda Valsecchi entrambi di Calolziocorte.

«Quanto è stato fatto in questi anni dall’associazione, verrà portato avanti dal nuovo consiglio territoriale con rinnovato impegno sia in favore di circa 2 mila associati e delle loro famiglie sia a tutela dell’intera categoria che di tutti i cittadini, cui l’Anmil è pronta ad offrire supporto attraverso i propri esperti – spiega il neo presidente Longhi – mentre porteremo avanti un costante dialogo con le istituzioni e le parti sociali per migliorare le politiche di prevenzione degli infortuni».

In Lombardia sebbene si sia verificata una lieve diminuzione degli infortuni totali denunciati, passando da 110.678 del 2018, a 110.152 nel 2019, quelli mortali sono aumentati da 150 a 154 casi.

«Il nostro auspicio è di poter partecipare attivamente alle azioni di contrasto di questa piaga sociale, una sfida non facile», sottolinea Longhi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA