Lecco, colpisce la moglie    e poi tenta di uccidersi
Vigili del Fuoco, Polizia e 118 sono arrivati in forze sul posto

Lecco, colpisce la moglie

e poi tenta di uccidersi

Il dramma questa sera in un appartamento in viale Montegrappa al culmine di una violenta lite, la donna è in prognosi riservata all’ospedale - L’uomo è stato bloccato dalla Polizia e ora è in Psichiatria.

Dramma famigliare questa sera in un appartamento dei condomini in viale Montegrappa dove un marito, al culmine dell’ennesima lite con la moglie in fase di separazione, l’ha colpita alla testa con un martello e poi avrebbe tentato il suicidio ma è stato convinto a non gettarsi dal balcone.

Sono purtroppo giudicate gravi le condizioni della moglie, 43 anni, che è stata raggiunta alla testa da una o più martellate che le sono state inferte dal marito: i medici dell’ospedale Manzoni si sono riservati la prognosi e ieri sera stavano ancora valutando il suo quadro clinico, la donna non aveva perso conoscenza ma aveva la scatola cranica fratturata. Il marito, 46 anni, si trova invece anche lui ricoverato all’ospedale Manzoni in stato di fermo da parte degli agenti della polizia per il reato di tentato omicidio. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle Squadra Mobile e Volante della Questura, i vigili del fuoco e il 118.

Oggi si sapranno gli sviluppi del quadro clinico della donna, in nottata i medici stavano valutando se intervenire chirurgicamente: la situazione è delicata ma l’augurio è che ce la possa fare.

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani, 10 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA