Il ristorante Larius non c’è più  Svanisce il sogno di Wanda Pagani
Wanda Pagani, scomparsa il 7 marzo 2015

Il ristorante Larius non c’è più

Svanisce il sogno di Wanda Pagani

LECCO
Game over. «Il ristorante Larius chiude per sempre». La notizia arriva da un post su Facebook che certifica quanto appariva ormai evidente da qualche settimana, viste le serrande abbassate dello storico locale di via Nazario Sauro a cui tantissimi lecchesi erano affezionati. «Chiude non per mani nostre – continua il testo – ma per mano di qualcuno non fa del lavoro la propria passione, non dedica 15 ore al giorno per il proprio lavoro. Non lo ama. Non mette radici come gli alberi».

E il pensiero che chiude questa comunicazione va a Wanda Pagani, colei che era anima e volto del locale e che ci ha lasciato il 7 marzo del 2015. La signora Wanda era stata capace di trasformare un lavoro non facile in una passione contagiosa, che sapeva trasmettere anche ai suoi clienti.

La storia del Larius è andata di pari passo con quella della famiglia Pagani, che alla fine degli anni Sessanta lasciarono Magenta e presero in gestione l’albergo-ristorante Cremeno, in Valsassina.

È agli inizi degli anni Ottanta, che Wanda Pagani si trasferisce a Lecco ed inizia la sua avventura al ristorante Larius, aiutata dalle figlie Raffaella e Laura con la collaborazione dell’insostituibile Massimo e di un affiatato staff di sala e di cucina. Andare al Larius significava trovare il sorriso della signora ed anche tutte le sue passioni, come l’attenzione per quei trionfi floreali che sempre caratterizzarono il locale. Oggi la storia è finita. Quelle serrande abbassate sono il segnale manifesto di un pezzo di storia lecchese che non ritroveremo più.
Gianfranco Colombo


© RIPRODUZIONE RISERVATA