I posteggi di via Balicco al Comune
Il posteggio Broletto sud usato in particolare dai pendolari viene acquisito dal Comune

I posteggi di via Balicco al Comune

Broletto sud Questa sera in consiglio comunale l’approvazione della delibera che sancisce il passaggio di proprietà

I 150 parcheggi erano già gestiti da Linee Lecco con buoni risultati economici, ora la società ha proposto la cessione

Il Comune di Lecco si prende ufficialmente il Broletto Sud. La delibera di Giunta attende questa sera la ratifica definitiva da parte del consiglio comunale, ma la rotta è ormai tracciata. Il comparto incuneato tra l’ex Badoni e la Meridiana, in via Balicco, consta di circa 150 parcheggi e rappresentava una delle tante incompiute cittadine, figlie di convenzioni mai rispettate da tante società che non avevano tuttavia a suo tempo rinunciato a completare le relative operazioni edilizie.

La storia dell’area ora a uso pubblico è relativamente recente. I vari passaggi di testimone tra una società e l’altra avevano portato, a inizio anni 2000, alla proprietà di Beni Stabili spa. Proprio allora il Comune di Lecco aveva sostanzialmente imposto alla società di trovare il modo (gestione diretta o individuando idoneo soggetto) per tenere il parcheggio aperto e a pubblico servizio.

Aperto dal 2010

Di qui, l’affidamento, da parte di Beni Stabili, a Linee Lecco, che dal 2010 lo gestisce, appunto, per contro altrui. L’ultimo passaggio di proprietà, avvenuto nel 2015 tra le romane Beni Stabili e InvestiRE SGR Spa, ha ulteriormente modificato il quadro generale. Proprio a inizio 2016 la società ha proposto all’amministrazione di cedere la proprietà del parcheggio destinato ad uso pubblico. Un’operazione che ha visto la luce un mese fa, con delibera di Giunta ad hoc, e che si compie di fatto questa sera. Del resto, i conti economici della gestione del parcheggio erano già in mano a Linee Lecco da qualche anno: non era difficile riscontrare che l’affare, per il Comune, poteva dirsi vantaggioso.

Leggi i particolari su La Provincia di Lecco in edicola lunedì 16 aprile


© RIPRODUZIONE RISERVATA