Finto carabiniere, vera truffa  Marito e moglie condannati
Lecco - Il tribunale (Foto by Sandro Menegazzo)

Finto carabiniere, vera truffa

Marito e moglie condannati

Avevano incassato i soldi per una playstation inesistente

Vittima una coppia residente a Monticello

Sono stati entrambi condannati a un anno di reclusione e 300 euro di multa gli imputati – marito e moglie – finiti a giudizio in Tribunale a Leccoper il reato di truffa. Ad abboccare a un annuncio su un sito internet, una coppia di Monticello Brianza che desiderava regalare una playstation al figlio. Un affare: solo 130 euro. Peccato che la consolle non esistesse proprio.

E quando il venditore è stato chiamato dagli acquirenti per sapere il perché del ritardo della spedizione, l’uomo dall’altra parte del telefono ha risposto di essere un carabiniere in servizio, e che non aveva tempo in quel momento di dare retta a chi lo stava chiamando. Ma che facesse parte dell’Arma era solo una bugia.

Per un uomo di 52 anni, e per la moglie di 44, pugliesi, il pubblico ministero d’udienza aveva chiesto una condanna a nove mesi e 600 euro di multa. L’assoluzione o in subordine il minimo della pena e la concessione delle attenuanti generiche, la richiesta delle difese. Il giudice è stato più severo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA