Dall’oratorio di Lecco ad Amatrice  I nostri ragazzi aiutano la rinascita
I danni che aveva provocato il terremoto ad Amatrice

Dall’oratorio di Lecco ad Amatrice

I nostri ragazzi aiutano la rinascita

Il gruppo è partito dalla parrocchia di San Luigi e per una settimana sarà al lavoro nei centri estivi

Ieri mattina, quattordici ragazzi del gruppo diciottenni dell’Oratorio San Luigi di Lecco, sono partiti per Amatrice.

Accompagnati da don Filippo e da due educatori, oggi si metteranno a disposizione della Caritas di Amatrice e opereranno per una settimana nei centri estivi nelle zone colpite dal terremoto. Un’occasione importante per condividere in prima persona i bisogni di una comunità duramente colpita dal sisma.Per questi ragazzi si prospetta una bellissima esperienza che rappresenta l’ultima parte di un progetto portato avanti quest’anno dalla parrocchia di Lecco, come ci precisa il prevosto monsignor Davide Milani: «Per i nostri ragazzi questa opportunità di servizio, è nata dentro un progetto che è durato tutto l’anno. Abbiamo voluto conoscere da vicino la situazione delle popolazioni messe in ginocchio da un terremoto devastante. Il progetto è culminato nella visita a Lecco, in occasione delle cresime, di monsignor Domenico Pompili, vescovo di Rieti, nonché presidente della commissione episcopale della comunicazione per la Cei». Una presenza, nella nostra città, quella di monsignor Pompili, che ha permesso ai ragazzi dell’oratorio di Lecco e ai loro genitori, di conoscere da vicino situazione e problematiche delle zone colpite dal terremoto nel 2016.

«In quel giorno le famiglie hanno raccolto offerte per i terremotati, in oratorio sono stati venduti prodotti di Amatrice e soprattutto si è approfondita la conoscenza relativa ai bisogni di una terra che fa fatica ad uscire dall’emergenza». Tutto questo ha portato alla concretizzazione di una possibilità unica per alcuni ragazzi dell’oratorio di Lecco: quella di essere direttamente di aiuto a quelle popolazioni: «I nostri ragazzi si metteranno al servizio della chiesa di Amatrice, praticamente gestiranno l’oratorio feriale. Sono contento che abbiano accolto questa occasione e che don Filippo e gli educatori l’abbiano condivisa. E’ una proposta che è nata grazie alla mia amicizia con monsignor Pompili che conosco da tanti anni». I ragazzi lecchesi sono partiti ieri mattina all’alba e la sera si sono fermati a Castiglione del Lago. «Ieri è stata una giornata dedicata a loro, anche per prepararsi ad un impegno importante che richiederà grande disponibilità e partecipazione – conclude monsignor Milani – Sarà sicuramente una settimana che i ragazzi ricorderanno per molto tempo». Oggi i quattordici giovani arriveranno ad Amatrice ed inizieranno questa loro esperienza veramente unica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA