Cresce ancora la curva dei contagi  Ma adesso si muore di meno

Cresce ancora la curva dei contagi

Ma adesso si muore di meno

Cinquanta positivi contro i 24 di martedì - Un decesso a Valgreghentino. Dimesso Favini (Asst)

Sono il doppio del giorno precedente, il numero dei contagiati nella nostra provincia. Lo ha annunciato ieri l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera.

Precisando che nell’ultima giornata erano stati eseguiti 9.300 tamponi, molti di più rispetto ai giorni precedenti, Gallera ha snocciolato numeri a suo giudizio in linea con quelli recenti, che attesterebbero un rallentamento della diffusione del coronavirus. I numeri: in Lombardia il numero complessivo dei contagiati ha raggiunto quota 54.802, 1.388 in più rispetto a 24 ore prima. In 300 non ce l’hanno fatta, il che porta il numero complessivo dei decessi dall’inizio della pandemia a quota 10.022.

Per quanto riguarda il nostro territorio, i nuovi contagi accertati sono stati 50, contro i 24 del giorno precedente, il che porta il totale di positivi al tampone a 1.805. Uno solo il decesso da Covid accertato e di cui si è avuta notizia: Corrado Scaccabarozzi, classe 1934, era l’ultimo residente della frazione di Biglio Inferiore, a Valgreghentino. È scomparso nella notte tra mercoledì e giovedì alla Casa del Cieco di Civate di cui era ospite da tre anni. Intanto è stato dimesso dall’ospedale Manzoni di Lecco il direttore generale dell’Asst Paolo Favini: ricoverato due settimane fa per sintomi compatibili all’infezione, era risultato positivo al tampone per il coronavirus. Le sue condizioni non hanno comunque mai destato preoccupazioni. Non riprenderà servizio prima del periodo di ulteriore osservazione.

A Lecco capoluogo i contagi sono saliti a quota 279. Continua invece a scendere il numero dei cittadini in quarantena: ora sono 183 contro i 217 del giorno precedente (228 quello prima ancora). I decessi totali sono 42».


© RIPRODUZIONE RISERVATA