A Lecco polveri sotto il limite

Ma Merate annaspa

A Lecco  polveri sotto il limite  Ma Merate annaspa

Da oggi stop al traffico a Milano, da noi solo un’ora in meno di termosifoni accesi. Il sindaco: «Vertice in Regione per decidere insieme»

Allarme polveri in tutta la Lombardia

Allarme polveri in tutta la Lombardia

L’aria malata che incombe sulla Lombardia non risparmia il nostro territorio. Se a Lecco, infatti, il giorno di Santo Stefano il Pm10 ha toccato la soglia dei 41 microgrammi al metro cubo, ed è dunque al di sotto del valore limite di 50, già a Valmadrera il valore si è attestato sui 53 ed a Merate è giunto addirittura a 66 microgrammi.

Oggi da Maroni

In sintesi, siamo tutti sulla stessa barca. Proprio nell’ottica di linee comuni di intervento va interpretata la riunione convocata per oggi dal presidente di regione Lombardia, Roberto Maroni incontro che vedrà la partecipazione di tutti i comuni della nostra Regione. Alcune misure drastiche entreranno in vigore a Milano. Nel capoluogo lombardo da oggi al 30 gennaio compreso è previsto il blocco totale delle auto. Tra le 10 del mattino e le 16 nessuna auto privata (a meno che non sia elettrica) potrà circolare: esentato il car sharing e il servizio taxi con pochissime altre deroghe per mezzi che dovranno comunque rispettare il limite di 30 chilometri orari. Ed a dichiarare il blocco, oltre a Milano, ci sono anche Pavia e 12 Comuni dell’hinterland: Corsico, Buccinasco, Cesano Boscone, Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Paderno Dugnano, Cusano Milanino e Sesto San Giovanni. A questi si devono aggiungere Rho, dove lo stop sarà solo martedì e mercoledì, Cernusco sul Naviglio e Settimo Milanese. Bergamo, invece, ha scelto la strada delle targhe alterne.

Da noi, per ora, i provvedimenti già presi sono quelli che riguardano la riduzione di un’ora del riscaldamento domestico ed il divieto regionale per i veicoli più datati ovvero gli Euro 0 benzina, e gli Euro 0, Euro 1, Euro 2 diesel. Si tratta di un problema molto critico, che ancora una volta ci vede coinvolti in un momento di assoluta emergenza e che non può essere risolto senza un coordinamento tra i Comuni. Per questo anche il sindaco di Lecco, Virginio Brivio vede con grande favore l’incontro indetto per oggi dal presidente della nostra Regione. «Credo che il tavolo istituzionale sia fondamentale per affrontare la situazione in modo coordinato – ci dice il sindaco di Lecco – il problema va affrontato ragionando su un’area vasta».

Leggi i particolari sull’edizione de “La Provincia di Lecco” in edicola lunedì 28 dicembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA