Da Torino e da Dervio  per far risplendere i tesori di Primaluna
Le miniere di Cortabbio, un patrimonio da valorizzare

Da Torino e da Dervio

per far risplendere i tesori di Primaluna

Turismo, appaltati gli interventi che riguardano

palazzo Zanaboni, la Torre e le miniere di Cortabbio

Assegnati gli appalti per i lavori di restauro di palazzo Zanaboni con la Torre di Primaluna e dell’intervento sul parco minerario di Cortabbio. L’obiettivo è di completare le opere entro l’inizio dell’estate.

Il primo l’ha vinto la società Csg Costruzioni di Chivasso, in provincia di Torino, che ha offerto un ribasso d’asta del 12,89% sull’importo a gara di 135mila euro più Iva. Dieci le ditte invitate ma solo due, la vincitrice e la Piramide di Palazzago (Bergamo), hanno presentato l’offerta al Sua, lo Stazione unica appaltante della Provincia di Lecco.

L’intervento prevede il recupero di palazzo Zanaboni e rientra nel progetto più globale degli interventi di qualificazione integrata dei beni e dei percorsi culturali di Primaluna.

Undici le ditte invitate alla gara per il parco minerario, tre quelle che hanno risposto alla chiamata. Alla fine l’appalto è andato all’impresa Bonazzola Pepino e figlio di Dervio che ha offerto un ribasso del 17,36% sull’importo a basa d’asta di 130mila euro.

L’articolo completo sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA