“Marker” sbircia sotto il velo  M¥ss Keta  ospite al Sociale
La misteriosa M¥ss Keta (Foto by Foto Vittorio Schiavo)

“Marker” sbircia sotto il velo

M¥ss Keta ospite al Sociale

L’evento: la misteriosa artista milanese protagonista della serata comasca riservata agli under 35 - Il nuovo album “Paprika” si avvale di collaborazioni tra rap e pop. - Il via alle ore 22,30

Visionaria e folle, animata da una spregiudicata creatività vincente. Appare così la squadra di Marker che, per il quinto anno consecutivo, ha accolto l’invito di Aslico e del Teatro Sociale di Como e organizzerà, per questa sera, sabato 6 aprile, uno speciale appuntamento musicale riservato agli under 35.

“Marker 2019” è pronto dunque ad invadere lo splendido edificio ottocentesco di via Bellini 3, spogliandone la ricca platea delle poltrone e trasformandolo in uno spazio completamente nuovo e sorprendente, arricchito da un notevole impianto di lighting design, che ospiterà un personaggio dall’indiscutibile carisma e dalla travolgente energia.

Protagonista della serata sarà infatti l’artista milanese M¥ss Keta, la cui vera identità non è mai stata resa nota, ma è conosciuta dal suo pubblico come «l’angelo dall’occhiale da sera e dal volto velato».

Dopo il suo esordio avvenuto nel 2013 con il brano “Milano, sushi e coca”, al quale sono seguiti “In gabbia (non ci vado)”, “Burqa di Gucci” e “Le ragazze di Porta Venezia”, la cantante ha raccolto i suoi primi successi nel 2016, in una sorta di “best of” intitolato “L’angelo dall’occhiale da sera: col cuore in gola”.

Nell’estate successiva, la performer ha pubblicato l’Ep “Carpaccio ghiacciato”, mentre nell’aprile del 2018 è uscito, per Universal Music/La Tempesta, il suo primo album, “Una vita in capslock”, scritto con Simone Rovellini e Dario Pigato, prodotto da Riva, Populous, Clap Clap, Bot, Zeus!, H-24 con la partecipazione di Birthh e di Adele Nigro al sax. Tredici tracce dalle sonorità nord europee, definito dalla stampa specializzata come «Un bel viaggio che va oltre lo scherzo, la citazione e il gioco di parole per trovare una dimensione più consapevole, artistica e umana».

Instancabile e sempre aperta a contaminazioni e nuove sperimentazioni, M¥ss Keta ha da pochi giorni pubblicato, con Island/Universal Music Italia, “Paprika”, il suo secondo disco, che vanta la collaborazione con esponenti della nuova scena rap e pop italiana del calibro di Gemitaiz, Gué, Wayne della Dark Polo Gang, Elodie, Priestess, Joan Thiele e Quentin40. Il compito di anticipare il live della “diva” toccherà a Splendore, artista queer pop, producer e dj e a Virginia W., fondatrice delle clubnight Just Cavalle e Spiritual Sauna, che lo scorso anno ha portato a Milano alcuni dei suoni più interessanti delle scene underground di tutto il mondo.

«In un contesto in cui il Teatro è sempre stato aperto a nuove sperimentazioni – hanno riferito gli organizzatori - in una libertà di espressione mai minata o censurata, usata sempre per educare, anche nei momenti più ludici, questa serata propone in palcoscenico la mimesi di un mondo che non si vorrebbe rivelare, che si fa fatica ad affrontare, che si potrebbe facilmente nascondere o ignorare. Il Teatro è da sempre agorà, luogo preposto per affrontare ogni aspetto della nostra quotidianità, è palcoscenico ideato per suscitare emozioni forti, sulle quali riflettere, trarre una morale e degli insegnamenti, vincere l’indifferenza.» Inizio ore 22.30, ingresso a 17 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA