Martedì 13 Ottobre 2009

A Bucarest una scultura
di Domenica Regazzoni

Inaugurata in un angolo a sud-est della piazza dell’Università di Bucarest, accanto al Coltea Hospital ed al Ministero dell’Agricoltura in costruzione, una riproduzione gigante della scultura in bronzo "il violino spaccato" di Domenica Regazzoni, artista valsassinese originaria di Cortenova (il papà era liutaio). Il liutaio non c’è più, ma le tracce del suo lavoro e del suo pensiero restano, si inseriscono nelle strutture della casa, si combinano con i mobili e le forme scolpite, assumono inserendosi in pezzi di materiale ligneo un carattere di partecipazione speciale, riscoprono il cielo, si fanno specchio dell’esistere, affermano in timbri e colori diversi, in parte e in tutto, una sostanziale presenza e un’incancellabile necessità.

a.sala

© riproduzione riservata