Un calolziese nel team di Kamala Harris   «Il suo messaggio agli italo americani»
Lo staff dell’attuale vice presidente Kamala Harris al lavoro

Un calolziese nel team di Kamala Harris

«Il suo messaggio agli italo americani»

Il personaggio Bruno Carenini, 60 anni, giornalista, blogger e dj lavora da anni con gli Usa

In questa campagna si è occupato a distanza di far conoscere il programma della senatrice

Prima con Hillary Clinton e ora con la senatrice Kamala Harris diventata vicepresidente degli Stati Uniti d’America al fianco del neo eletto presidente, Joe Biden. Dietro al successo dei Democratici a stelle e strisce c’è anche il lavoro di un calolziese.

Bruno Carenini, 60 anni, esperto in relazioni internazionali, attivista per Human right , giornalista, blogger e deejay, ha lavorato per mesi nello staff della senatrice Harris, contribuendo a decretare il successo Dem, conquistando il voto di milioni di italo americani.

Il lavoro

Un lavoro durato mesi, portato avanti a distanza, restando in Italia a causa delle limitazioni imposte dalla pandemia in corso e condizionato dal fuso orario. Ma che ha regalato al calolziese, ora trasferitodi a Gallarate, immense soddisfazioni. Un lavoro che non è finito con il risultato delle presidenziali, perché la carriera della Harris è solo all’inizio.Carenini racconta: «Seguo la politica e l’economia americane da 30 anni ormai. Nel 2008 come attivista, mi sono avvicinato allo staff di Hillary Clinton in occasione delle primarie, che poi perse contro Barack Obama. Nel 2016 poi sono entrato proprio nel suo staff occupandomi in occasione delle elezioni vinte da Donald Trump, della comunicazione rivolta alle comunità italo-americane». E quest’anno è tornato in campo per la Harris.

«Il team di Biden era presente in modo capillare in tutto il paese in tutte le fasce della popolazione. Mentre per la Harris il mio aiuto è servito per raggiungere la comunità di origine italiana, in particolare per i millenials, i giovanissimi. Sono onorato di questa grande opportunità e soddisfatto del risultato ottenuto».

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola lunedì 9 novembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA