Ubriaco in auto sbanda e prende un palo. Sotto lo sguardo dei pedoni e degli agenti

Via Sant’Agnese L’uomo aveva un tasso alcolemico quasi sei volte il limite consentito. L’incidente è avvenuto sabato sera quando le strade del centro erano molto affollate

Ubriaco in auto sbanda e prende un palo. Sotto lo sguardo dei pedoni e degli agenti
Olginate via Sant’Agnese, l’auto guidata dall’uomo subito dopo aver preso in pieno il palo della luce

Gli agenti della Polizia locale hanno capito subito, dalla guida incerta, che qualcosa non andava e che quella vettura che sbandava in pieno centro avrebbe potuto rappresentare un serio pericolo. Infatti l’utilitaria è finita contro un palo della luce, e solo per pura fortuna non ha travolto i tanti pedoni e i ragazzi in bicicletta che a quell’ora affollavano la via.

Tragedia sfiorata

Alla fine è emerso che il guidatore si era messo al volante con un tasso alcolemico nel sangue di quasi 6 volte superiore al limite consentito per legge.

La tragedia è stata evitata, ma ora per un olginatese di 58 anni, iniziano i guai. L’uomo è stato denunciato in base all’articolo 186 del Codice della strada, la sua patente è stata revocata e il veicolo confiscato. Non solo, dovrà pagare una sanzione che varia tra i 1.500 e i 6 mila euro.

I fatti si sono verificati sabato sera, poco dopo le 20.30, nella centrale via Sant’Agnese, quando a quell’ora diversi residenti si trovavano in giro a piedi per raggiungere un evento in corso in Villa Sirtori o anche solo per fare una passeggiata o bere qualcosa. Il sindaco Marco Passoni spiega: «Gli agenti della Polizia locale intercomunale di Olginate e Valgreghentino erano impegnati nei pattugliamenti serali che sono partiti con la bella stagione e hanno visto la scena praticamente in diretta». E aggiunge: «La pattuglia infatti ha notato la vettura dell’olginatese che viaggiava lungo la strada in modo non lineare e pericoloso. Dopo pochi metri l’auto è finita contro un palo della luce, per fortuna senza colpire alcun passante. Anche il guidatore non è rimasto ferito».

Il test dell’etilometro

Gli agenti hanno subito effettuato i rilievi del caso e fin dai primi momenti le condizioni dell’automobilista hanno messo in allarme le divise agli ordini del comandante Matteo Giglio coadiuvato dal vice Francesco Carroccio. Pertanto è stato disposto il test dell’etilometro ed è risultato 2,64 g/l, quasi sei volte tanto il limite di legge che è pari allo 0,5 g/l. Per cui è scattata la denuncia con l’aggravante che il guidatore in stato di ebbrezza ha causato anche un incidente.

Passoni sottolinea l’importante lavoro della Polizia locale: «Insieme al Comando di Polizia intercomunale abbiamo disposto un servizio di pattugliamento serale come avviene ogni anno con l’arrivo della bella stagione e l’aumento di persone in giro per i paesi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA