Pescate, Tifosi scatenati, via lo schermo   Calolzio si accoda: «Troppo rischioso»
I rifiuti abbandonati

Pescate, Tifosi scatenati, via lo schermo

Calolzio si accoda: «Troppo rischioso»

Centinaia di persone accalcate e gesti vandalici, salta la proiezione della finale De Capitani: «Il servizio di vigilanza non è stato in grado di controllare». Ghezzi: «Evitiamo»

Esultanza degenerata in vandalismo e per questo, per colpa di alcuni sconsiderati che hanno approfittato della festa e del tifo per danneggiare l’arredo urbano e imbrattare il parco, a Pescate domenica non ci sarà il maxi schermo per seguire la finale degli Europei 2021, con la nostra Nazionale in campo.

L’ordinanza

Lo ha deciso il sindaco Dante De Capitani firmando proprio ieri un’ordinanza per revocare l’autorizzazione concessa a Ltm che in occasione degli Europei di calcio ha proposto con Telethon, e Nameless l’iniziativa “Notti Magiche”, una rassegna di serate che avrà luogo in diversi comuni della provincia di Lecco proprio per proiettare le partite e raccogliere fondi per Telethon.

Ma martedì sera, al parco Addio Monti di Pescate, la situazione è precipitata.

E visto quanto successo, anche il Comune di Calolzio ha deciso di rinunciare al maxi schermo.

De Capitani spiega con rammarico quanto accaduto a Pescate: «Mi dispiace per gli organizzatori ma il servizio di vigilanza sull’evento non è stato in grado di contenere le centinaia e centinaia di persone senza autorizzazione che si sono riversate nel parco. L’evento era proposto a numero chiuso, ma anche i non iscritti si sono riversati comunque nel parco determinando anche problematiche sulla normativa anti Covid e un comportamento irriguardoso di alcuni, che non posso tollerare. Anche il servizio di raccolta dei rifiuti non ancora ultimato di buon mattino ieri, determina che ci sono state lacune». Il primo cittadino parla di veri e propri atti vandalici dovuti anche al gran numero di persone che si sono riversate nel parco.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola giovedì 8 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA